Sei qui: Home I corsi Sicurezza sul lavoro Direttiva Macchine

Corso sulla Direttiva Macchine


Descrizione:
La Direttiva Macchine 2006/42/CE è una delle più importanti Direttive di Prodotto. Con il suo recepimento, avvenuto con il D. Lgs 17/2010, sono state introdotte rilevanti novità riguardo alle nuove responsabilità di Progettisti, Costruttori, Datori di lavoro e dei Responsabili dei Servizi di Protezione e Prevenzione.
Lo scopo è fornire una conoscenza base sui requisiti della direttiva macchine 2006/42/CE, sugli adempimenti da essa richiesti e sulle responsabilità dei vari soggetti coinvolti (progettisti, fabbricanti, venditori, utilizzatori).

Destinatari: Fabbricanti, Progettisti, Consulenti, Ingegneri, Periti Industriali, Installatori, Importatori, Utilizzatori di macchine, Responsabili addetti alla manutenzione, Personale tecnico, Addetto SPP, autorità di controllo e vigilanza, Preposti (responsabili) alla progettazione, addetti alla manutenzione e/o alla conduzione di macchine. Responsabili tecnici di imprese installatrici. Responsabili del servizio di prevenzione e protezione.

Durata: 16 ore

Normativa di riferimento: Recepimento nazionale D.Lgs. n.17 del 27 gennaio 2010, D.lgs 81/08 coordinato 106/09

Programma del corso:

- Il quadro normativo italiano D.Lgs. 17/2010
- Le direttive 98/37/CE e 2006/42/CE a confronto
- Responsabilità del fabbricante e dell’utilizzatore
- Il concetto di “quasi-macchina”
- La valutazione dei rischi
- I requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute
- Le norme tecniche di settore
- I sistemi di controllo legati alla sicurezza
- Il fascicolo tecnico e la documentazione tecnica
- Il manuale delle istruzioni per l’uso
- Dichiarazione di conformità e Marcatura CE
- Regolamentazione delle macchine usate
- Finanziamenti per riqualificazione del parco macchine
- Quadro sanzionatorio
- Attrezzature di sollevamento e macchine in uso nei cantieri

 

Sedi di svolgimento:

 

Per ulteriori informazioni

posta compila il form di richiesta di informazioni

oppure telefono Tel. 080.325.49.86


ALLEGATI

scarica il pdf Scheda del corso


 

APPROFONDIMENTI

 

Come ci si deve comportare all'atto della redazione della Dichiarazione di Conformità CE della Direttiva Macchine?

Per poter beneficiare della presunzione di conformità conferita dall’applicazione delle norme armonizzate, il fabbricante deve indicare nella Dichiarazione di Conformità CE i riferimenti delle norme armonizzate applicate (si ricorda che l’utilizzo delle norme armonizzate per la marcatura CE di una macchina è volontario).
Nella Dichiarzione di Conformità CE della Direttiva Macchine si devono indicare tutte le norme utilizzate?
Nel caso il fabbricante indichi nella dichiarazione i riferimenti di una norma armonizzata, l’autorità di sorveglianza del mercato è autorizzata a ritenere che la norma sia stata applicata nella sua interezza. Se il fabbricante applica soltanto in parte il contenuto della norma armonizzata deve pertanto indicare chiaramente i paragrafi della norma armonizzata che sono stati applicati.

 

La Direttiva Macchine si usa solo per macchine destinate all’uso professionale o anche a macchine destinata all’uso domestico o comunque di personale non specializzato?

La normativa sottolinea che la direttiva si applica sia alle macchine per uso professionale sia per quelle per utilizzo da parte del consumatore o per fornire servizi ai consumatori. Il costruttore ne deve tenere debito conto nella progettazione e nella costruzione e, soprattutto, deve predisporre delle istruzioni adeguate all’uso da parte di non professionisti.

 

La persona che firma la Dichiarazione di Conformità CE deve essere una persona tecnica?

La firma sulla Dichiarazione di Conformità CE deve essere apposta dal legale rappresentante dell’azienda  ostruttrice della macchina (es. amministratore delegato), o da una persona appositamente delegata che comunque deve appartenere all’azienda stessa. La firma sulla Dichiarazione di Conformità può essere apposta anche in formato elettronico; adiacente alla firma deve essere chiaramente indicata l’identità della persona. In caso di delega non sono richieste particolari qualifiche tecniche ma serve potere di spesa e potere decisionale.

 

Qual è il costo della Dichiarazione CE di conformità?

Fornire la dichiarazione CE di conformità è un obbligo che il costruttore della macchina è chiamato ad ottemperare per legge. Ogni richiesta di denaro è dunque da considerare illegittima.

 

La marcatura CE è obbligatoria per la Direttiva Macchine?

Per i prodotti che ricadono nel campo di applicazione di una direttiva specifica recepita nell'ordinamento italiano è bbligatoria la marcatura CE.

 

Dove si svolgono i corsi sulla Nuova Direttiva  Macchine?

I corsi sulla nuova Direttiva Macchine si svolgono presso le sedi Coid di Gravina in Puglia, Altamura e Bari. I nostri maggiori clienti provengono da tutte le città della Puglia (Corato, Ruvo, Acquaviva delle Fonti, Santeramo in Colle, Gioia del Colle, Cassano delle Murge, Toritto, Grumo Appula, etc...) e della Basilicata (Matera, Potenza, ecc.). La sede di Bari è situata in una prestigiosa zona (Poggiofranco) facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici e situata in una posizione strategica. La presenza nel capoluogo pugliese favorisce l’affluenza di allievi partecipanti provenienti da tutta la provincia di bari (Bitonto, Molfetta, Monopoli, Modugno, Terlizzi, Triggiano, Putignano, Conversano, Noicattaro, Mola di Bari, Palo del Colle, Giovinazzo, Casamassima, Noci, Castellana Grotte, Rutigliano, Valenzano, Polignano a Mare, Adelfia, Capurso, Locorotondo, Turi, Bitetto, Bitritto, Alberobello, Sannicandro di Bari, Sammichele di Bari, Cellamare, Binetto), della BAT (Andria, Barletta, Trani, Bisceglie, Trinitapoli, San Ferdinando di Puglia, Margherita di Savoia, Spinazzola), di Brindisi, Lecce, Taranto e Foggia.

I nostri Partner

Sei qui: Home I corsi Sicurezza sul lavoro Direttiva Macchine