Sei qui: Home Graduatoria vincitori bando sostegno al reddito

Graduatoria vincitori bando sostegno al reddito

Pubblichiamo la graduatoria dei vincitori del bando per il sostegno al reddito: 976 persone nella sola provincia di Bari sono state ammesse e potranno percepire, per 5 mesi, un contributo di €500 a condizione che si impegnino a partecipare a corsi di formazione.

Non si tratterà di una formazione fine a se stessa ma di corsi finalizzati all'acquisizione di competenze particolarmente richieste dal mercato del lavoro, perché strutturati sulla base degli indici di occupabilità, resi noti dal report sull'Osservatorio Regionale del Mercato del Lavoro, elaborato da ItaliaLavoro e la tecnostruttura dell'assessorato".

A partire dal giorno 20/01/2014, i lavoratori destinatari del sostegno al reddito devono presentarsi, entro 15 giorni, presso il competente Centro per l'Impiego per la sottoscrizione del Patto di Servizio.

Potete, sin da ora, visualizzare il catalogo formativo completo per scegliere i corsi di vostro interesse, cliccando sul link seguente:

→ Scarica il Catalogo corsi AASS pdf small

 

Per ulteriori informazioni contatta il nostro Servizio Clienti ai numeri:
Tel. 080.325.49.86 - Fax 080.322.33.37
oppure invia una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. specificando nell'oggetto il tipo di corso e indicando i riferimenti del richiedente (Cognome/Azienda, Nome, Città, Telefono o Cellulare) senza i quali non saranno rilasciate risposte.

 

→ Scarica la graduatoria dei vincitori del bando "Sostegno al reddito in favore di soggetti esclusi dal beneficio degli ammortizzatori sociali in deroga" pdf small

→ Scarica l'elenco delle istanze escluse dal beneficio per assenza della documentazione pdf small

→ Scarica l'elenco delle istanze escluse per assenza dei requisiti soggettivi pdf small

→ Scarica l'elenco delle istanze escluse per differente modalità di invio della domanda pdf small

 

Sei qui: Home Graduatoria vincitori bando sostegno al reddito