Sei qui: Home Jobs Act: le novità sull'Apprendistato introdotte dal Decreto Legge 34 del 20/03/2014

Jobs Act: le novità sull'Apprendistato introdotte dal Decreto Legge 34 del 20/03/2014

La riforma del lavoro (Job Acts) è stata avviata con l’emanazione del D.L. 34 del 20 marzo 2014 (non ancora convertito in Legge). Il provvedimento contiene, inter alia, i seguenti interventi di semplificazione sul contratto di apprendistato:

  • il ricorso alla forma scritta per il solo contratto e patto di prova (e non, come nell'attuale previsione, anche per il relativo piano formativo individuale)
  • l'eliminazione delle attuali previsioni secondo cui l'assunzione di nuovi apprendisti è necessariamente condizionata alla conferma in servizio di precedenti apprendisti al termine del percorso formativo;
  • la retribuzione dell'apprendista, per la parte riferita alle ore di formazione, viene quantificata nel 35% della retribuzione del livello contrattuale di inquadramento;
  • il datore di lavoro non ha più l'obbligo di integrare la formazione di tipo professionalizzante e di mestiere con l'offerta formativa pubblica, che diventa un elemento discrezionale.

Sei qui: Home Jobs Act: le novità sull'Apprendistato introdotte dal Decreto Legge 34 del 20/03/2014