Shop

DESCRIZIONE

È stato abrogato il libretto sanitario per quanti manipolano alimenti, siano essi titolari di attività che dipendenti. Tale adempimento è stato sostituito dall’obbligo di sostenere un corso di formazione in materia di igiene degli alimenti (HACCP) al termine del quale venga rilasciato ai partecipanti il relativo attestato valido su tutto il territorio nazionale.
La legge pone a carico del datore di lavoro l’onere della formazione e dell’aggiornamento del personale dipendente ed il mancato attestato o diploma di frequenza al corso, sarà punito con sanzioni amministrative che vanno da 250 a 1000 €.

Il corso viene erogato in modalità frontale (aula) e modalità e-learning (On-Line).

DESTINATARI

Il corso si rivolge a tutti coloro che manipolano alimenti, impiegati nelle attività che si occupano di produzione, commercializzazione e somministrazione di alimenti e bevande: piccola e grande distribuzione, ristorazione, nonchè a panificatori, salumieri, macellai, fruttivendoli, artigiani pasticcieri, baristi, addetti alla somministrazione, ecc.

SEDI DI SVOLGIMENTO
  • Bari – Via Papa Giovanni Paolo I, 10/H
  • Altamura – Via Santeramo, 50
  • Gravina in Puglia – Via Alcide De Gasperi, 140/P
  • Su richiesta, presso le aziende committenti
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
  • REG. CE 852/2004
  • REG. CE 853/2004
  • REG. CE 854/2004
  • REG. CE 882/2004
  • D.LGS. 193/07
  • LEGGE REGIONALE 24 luglio 2007, n. 22
  • Regolamento Regionale (Regione Puglia) 15/05/2008, n. 5
DURATA
  • 4 ore: sia in modalità frontale che e-learning
APPROFONDIMENTI
L'ATTESTATO HA VALIDITÀ NAZIONALE?

Sì, l’attestato è valido su tutto il territorio nazionale ai sensi delle seguenti normative:

  • Legge Quadro n°845/1978
  • Pronuncia n°209/2012 del TAR Campania
  • Direttiva 2005/36/CE recepita in Italia con il D.Lgs. n°206/2007
COSA SONO I CORSI DI FORMAZIONE OBBLIGATORI SOSTITUTIVI DEL LIBRETTO DI IDONEITÀ SANITARIA?
Si prevede che gli accertamenti sanitari e la relativa certificazione, in materia di disciplina igienica di produzione e vendita di sostanze alimentari e bevande, siano sostituiti da misure di autocontrollo, formazione e informazione.

CHI DEVE FARE IL CORSO DI FORMAZIONE SOSTITUTIVO DEL LIBRETTO DI IDONEITÀ SANITARIA?
Tutti coloro che prestano un servizio (non importa se sia saltuario, a turno o fisso) presso il bar del proprio centro parrocchiale, la cucina del patronato e chi opera presso la scuola materna (o dell’infanzia) parrocchiale. In sostanza tutti coloro che manipolano gli alimenti.
ANCHE I MINORENNI DEVONO FARE IL CORSO?

Sì, ma esclusivamente coloro che abbiano già assolto l’obbligo scolastico (cioè concluso il primo biennio delle scuole superiori).

CHI È ESONERATO DAL FARE IL CORSO DI FORMAZIONE SOSTITUTIVO DEL LIBRETTO DI IDONEITÀ SANITARIA?
Tutti coloro che sono in possesso di uno dei seguenti titoli di studio (la normativa di riferimento varia da regione a regione):

  • Laurea in Medicina e Chirurgia
  • Laurea in Veterinaria
  • Laurea in Scienze Biologiche
  • Laurea in Scienze e Tecnologia Alimentare
  • Laurea in Assistente Sanitario
  • Laurea in Tecnica della Prevenzione
  • Laurea in Infermieristica
  • Laurea in Dietista
  • Laurea in Farmacia
  • Laurea in Sicurezza Igienico-Sanitaria degli Alimenti
  • Laurea in Chimica o Chimica Industriale
  • Laurea in Biotecnologie
  • Diploma di Tecnico dei Servizi di Ristorazione, rilasciato da un Istituto Professionale Alberghiero.*

*Il possesso del diploma di “Operatore di Cucina” ed “Operatore di Sala” (titoli rilasciati da un Istituto Professionale Alberghiero) consente di ritenere assolto l’obbligo formativo soltanto per i due anni successivi al conseguimento del titolo

COLORO CHE PRESTANO SERVIZIO NELLE SAGRE DEVONO FARE IL CORSO DI FORMAZIONE SOSTITUTIVO DEL LIBRETTO DI IDONEITÀ SANITARIA?
No, in base al comma 14 dell’art. 92 della legge finanziaria 2001 (http://www.camera.it/parlam/leggi/00388l.htm) il corso non è necessario; però, per chi si presta a svolgere tale servizio, è obbligatorio prendere visione e firmare il decalogo delle “Norme di comportamento per una preparazione/manipolazione sicura degli alimenti.
SE QUALCUNO TRA I VOLONTARI BARISTI È GIÀ IN POSSESSO DI UN PROPRIO ATTESTATO PER RAGIONI DI LAVORO (ES. COMMESSO BANCONIERE IN UN NEGOZIO DI ALIMENTARI, OPPURE BARISTA EFFETTIVO, ECC…), DEVE FARE IL CORSO?
Ovviamente no, però deve fotocopiare il proprio attestato conseguito per ragioni di lavoro e tenere la copia con sé mentre fa il servizio in centro parrocchiale (o lasciarla eventualmente in un posto sicuro in patronato).
QUANTO DURA E COME SI SVOLGE IL CORSO DI FORMAZIONE SOSTITUTIVO DEL LIBRETTO DI IDONEITÀ SANITARIA?
Il corso di formazione dura 4 ore, comprensive di adeguata istruzione (in merito ad igiene della persona, malattie trasmissibili dagli alimenti e sanificazione) e test di verifica finale.
CHI PUÒ RILASCIARE GLI ATTESTATI DI FREQUENZA AL CORSO?
Soltanto gli enti accreditati dalle Regioni in base alla normativa vigente, docenti specifici riconosciuti e associazioni di categoria.
QUANDO VENGONO CONSEGNATI GLI ATTESTATI?
I candidati entreranno in possesso dell’attestato al termine del corso, entro 24 ore dal superamento del test di verifica finale, e potranno scegliere se riceverlo in formato digitale (tramite email) o in formato cartaceo.
QUALE VALIDITÀ HANNO IN PUGLIA GLI ATTESTATI?
Quattro anni.
QUALI SONO LE REGIONI PER CUI È PREVISTO L’AGGIORNAMENTO DEL CORSO SOSTITUTIVO DEL LIBRETTO SANITARIO?
  • Puglia – Periodicità: 4 Anni
  • Basilicata – Periodicità: 2 Anni
  • Emilia Romagna – Periodicità: 3 Anni
  • Campania – Periodicità: 3 Anni
  • Lombardia – Stabilita da Manuale HACCP
  • Piemonte – Periodicità: 3 Anni
  • Friuli Venezia Giulia – Periodicità: 2 Anni
  • Liguria – Periodicità: 4 Anni
  • Abruzzo – Periodicità: 3 Anni
  • Calabria – Periodicità: 3 Anni
  • Marche – Periodicità: 3 Anni
  • Veneto – Se presenti variazioni nel ciclo produttivo
  • Molise – Periodicità: 5 Anni
  • Sardegna – Periodicità: 2 Anni
  • Lazio – Non previsto
  • Sicilia – Periodicità: 3 Anni
  • Toscana – Periodicità: 5 Anni
  • Trentino Alto Adige – Stabilita dal DDL
  • Umbria – Periodicità: 3 Anni
  • Valle D’Aosta – Periodicità: 3 Anni
QUAL È IL LIMITE MASSIMO DI PERSONE PREVISTO PER CIASCUN CORSO?
Il limite massimo è di 30 persone per corso. Possono partecipare all’interno dello stesso corso sia persone che si accostano alla formazione per la prima volta che coloro che sono al rinnovo, senza più limiti numerici di equilibrio tra le parti.
COSA SI RISCHIA SE SI DECIDE VOLONTARIAMENTE DI NON METTERSI IN REGOLA?
In tal caso, qualora arrivasse un’ispezione degli enti competenti, si rischierebbero gravi sanzioni (anche penali!) e, in alcuni casi, anche la chiusura dell’attività. Le sanzioni amministrative vanno da € 250,00 a € 1000,00.
COSA SUCCEDE SE L'ATTESTATO VIENE SMARRITO?
E’ necessario segnalarlo tempestivamente alla nostra segreteria che provvederà a riprodurre un duplicato.

Informazioni

Per ulteriori informazioni compila il form di richiesta di informazioni oppure Tel. 080.325.49.86